logo impariamo a scrivere
home | presentazione | strutture ling. | t. denotativi | t. connotativi | t. pragmatici | traduzioni | rifl. linguistica | forum | contatti | mappa
TECNICHE PER LA CONNOTAZIONE
tecniche
poesie
fiabe

ellissi

L'ellissi è un periodo di tempo saltato
Esiste l'ellissi esplicita (quando si fa riferimento al periodo di tempo saltato - Dopo due ore... -)
e l'ellissi implicita (quando non si specifica niente)

  Proponiamo un'esercitazione svolta in una quarta elementare:

 

LUCIA E I BRAVI
Questa è la scheda che è stata utilizzata: si tratta di eliminare un'ellissi

wpe33.gif (20130 byte)
e questo è il testo realizzato
Il conducente continuò a guidare velocemente finché non arrivò alla strada principale. I volti dei rapinatori erano soddisfatti e felici di aver rapito la povera Lucia. Il Nibbio era un uomo molto cattivo. Il suo volto era feroce e potente. In testa aveva un cappellaccio e i capelli erano tenuti da una rete. In vita aveva un cinturone con una fibbia enorme. Dalla spalla partiva un altro cinturone nero da cui pendevano un pugnale e altri oggetti pericolosi.

E' stato un gioco da ragazzi - esclamò, con voce potente, il Nibbio.

- Non credi che le dovremmo togliere quel fazzoletto?

- Più tardi!
Se prova a fiatare se la vedrà con noi - rispose il Nibbio.

Lucia era seduta a un lato della carrozza e, vedendo tutte quelle facce mostruose, si impauriva sempre di più. Chiudeva e apriva leggermente gli occhi per ritrovare la forza di reagire, ma era tutta fatica sprecata.


Guardava dal finestrino quello che la circondava. Erano solo alberi neri e scuri. Ormai era arrivata la notte. Ma lei non poteva fuggire perché i malandrini erano svegli ad osservarla. La notte buia e nera e il silenzio immenso che le stavano attorno la rendevano ancora più triste. Si sentiva solo il rumore della carrozza che proseguiva velocemente verso il castello.
Lucia era circondata da un'aria di paura. Ad un certo punto chiuse definitivamente gli occhi e le idee le si affollarono in mente. Cosa mi succederà? Cosa mi faranno? Dove mi portano? Chissà che fine farò? Mamma! Come starà mia madre? Mi manca tanto in questo momento! Ora posso solo pregare... povera me!



Lucia continuava a pregare, sembrava quasi che piangesse. Le preghiere della povera Lucia vennero interrotte.

E' arrivata l'ora di togliere il fazzoletto - disse il Nibbio.

- Sì, toglilo - rispose uno.

Il Nibbio afferrò il fazzoletto e con quella manaccia grande e lunga lo tirò via.

Lucia fece subito un respiro e gridò: - Aiuto!
- Non ci riprovare! - urlò il Nibbio.
Se gridi ancora assaggerai il mio pugnale - tuonò l'altro con voce potente.

Rossana - IV el.
Quello che segue, invece, è un testo con due unità espressive e l'uso dell'ellissi.

A CESENA

Durante il periodo in cui stavamo a Forlì, andammo a Cesena. Quella sera ci andammo con l'Audi 80. Io ero piccola: ricordo che c'era molto traffico e perciò papà andava piano con la macchina. Io non vedevo l'ora di arrivare.
- Papà, vai più veloce - dicevo.
Guardai fuori dal finestrino e vidi il cielo: era bello, limpido, blu cobalto e le stelle erano luminose e brillanti. Stupende.
Peccato che a rovinare l'atmosfera c'era il solito inquinamento acustico: rumore dei clacson, frenate, un insopportabile stridio...

............

Tornavamo a casa di Lucia, l'amica che ci ospitava. Papà andava lento e, mentre lui guidava, noi ci lamentavamo:
- Uffa! Tutto per colpa della maledettissima nebbia. Quella stramaledetta non ci ha fatto vedere Cesena!
Papà, però, non partecipava alle lamentele. Anzi, stava in silenzio. Però si vedeva che era arrabbiato.
Io piagnucolavo perché ci tenevo a vedere Cesena e invece no... grrrrr.....che rabbia!
Ketty e mamy battevano i piedi per il nervosismo; papà faceva l'indifferente. Le sue chiavi tintinnavano monotone. La penombra avvolgeva la macchina e tutto era scuro.

Ylenia, IV el.
home | presentazione | strutture ling. | t. denotativi | t. connotativi | t. pragmatici | traduzioni | rifl. linguistica | forum | contatti | mappa
copyright 2002/2013 - tutti i diritti sono riservati